Alejandro Jodorowsky - Manuale Pratico di Psicomagia

9,50 €
Tasse incluse

Consigli per guarire la tua vita

Feltrinelli, Gennaio 2018, pp. 269

Quantità
Disponibile

Un manuale d’istruzioni alla psicomagia, con più di trecento atti simbolici che possono aiutare a curare la propria vita dai problemi più svariati. Alejandro Jodorowsky ha esposto nei suoi libri La danza della realtà e Psicomagia la base teorica di questa tecnica di guarigione creata e sviluppata da lui. Per la prima volta, in Manuale pratico di psicomagia, Jodorowsky analizza in ottanta punti le possibili criticità nella vita di un individuo, dai problemi più comuni a quelli più complessi, e mette insieme più di trecento consigli (azioni psicomagiche) che vogliono aiutare tutte quelle persone che desiderano curarsi, liberarsi o semplicemente migliorarsi, proponendo un avvio al processo di guarigione attraverso atti simbolici di grande impatto. Sono consigli pratici che insegnano a sbarazzarsi delle idee nocive e delle influenze negative. Possono aiutare a risolvere problemi della vita lavorativa, di salute, sesso, della vita di coppia come di quella in solitudine, che insegnano ad affrontare sentimenti come l’odio, la gelosia, l’insicurezza, il fallimento, il pessimismo, il complesso di inferiorità, l’abbandono e tutti gli altri ostacoli che possono affliggere la vita.

ALEJANDRO JODOROWSKY, nato nel Cile del Nord nel 1929, figlio di immigrati ebreo-ucraini, si è trasferito dal 1953 a Parigi (città dove risiede tuttora), dove ha fondato con Fernando Arrabal e Roland Topor il movimento di teatro “panico”. Artista eclettico, Jodorowsky durante la sua carriera artistica ha toccato vari campi: mimo, attore, regista cinematografico (El Topo (1971) e La Montagna Sacra (1973) sono i suoi capolavori), autore di teatro, poeta, romanziere e sceneggiatore di fumetti. In tutti i suoi lavori l'aspetto visionario ha sempre prevalso, sottolineando così la necessità di rompere le strade note e prosaiche. Uno degli aspetti più affascinanti di Alejandro Jodorowsky riguarda la sua figura di psicoanalista sui generis. E' difficile posizionarlo rispetto a una scuola o a una corrente di pensiero, e non a caso si definisce psicomago. In realtà egli ha elaborato un modo nuovo di entrare in contatto con l'inconscio.